Vai al contenuto
Home » Attività per ragazzi sulle dipendenze

Attività per ragazzi sulle dipendenze

Attività per ragazzi sulle dipendenze

Attività anti-droga per gli studenti

Secondo alcuni studi, i ragazzi tra gli 8 e i 18 anni trascorrono più di 40 ore alla settimana davanti a uno schermo e i loro genitori sono preoccupati che l’uso incontrollato di Internet impedisca loro di fare esperienze reali. L’osservazione ci dice che più del 25% dei giovani dichiara di essere dipendente dai videogiochi. Studi condotti in diverse nazioni da diverse organizzazioni hanno rivelato queste statistiche scioccanti sulla dipendenza da Internet nei ragazzi. Dimostrano l’impatto patologico di Internet e dei videogiochi. I ragazzi riempiono il loro tempo libero soprattutto con attività su Internet come la messaggistica istantanea, i social network, i giochi, i download, i blog e altro ancora. Una quantità eccessiva di tempo trascorso sullo schermo danneggia la salute fisica e mentale dei bambini.

L’uso dei social media e degli smartphone influenza la produzione di una sostanza chimica chiamata dopamina. Si tratta di una sostanza chimica che dà benessere, associata alle persone dipendenti dal fumo, dall’alcol e dal gioco d’azzardo. La dopamina chimica dà una ratifica immediata. Di conseguenza, le persone si dedicano ripetutamente alle stesse attività per ottenere un elevato dosaggio di dopamina. Gli smartphone sono dotati di una serie di applicazioni che tengono incollate le persone per infinite ore.

Aiutare un figlio il cui genitore è alle prese con una dipendenza

La tossicodipendenza è un problema importante nel mondo di oggi. La maggior parte delle vittime di abuso di droghe sono adolescenti. Ci sono diversi motivi che possono spingere il vostro figlio adolescente a consumare droghe pesanti, tra cui la pressione dei coetanei, la negligenza, la curiosità o il semplice gusto di essere cool. Questo potrebbe essere un motivo di preoccupazione per i genitori dei figli tossicodipendenti, ma una cosa importante da tenere a mente è che l’unica persona che può aiutare il figlio a superare la dipendenza sono i genitori.

  I tre piccoli gufi attività didattiche

La tossicodipendenza nei bambini è una sindrome comune al giorno d’oggi. Se vostro figlio fa uso di droghe pesanti, dovete fare del vostro meglio per salvarlo e aiutarlo a superare la dipendenza.  Se desiderate discutere di un problema specifico, potete consultare uno psicologo.

Dipendenza dai genitori

6 modi per aiutare i bambini nelle famiglie colpite dalla dipendenza: Life Kit Cosa si può fare se si sospetta che un bambino sia colpito dalla dipendenza di un familiare? Gli esperti dicono che non è necessario essere un esperto di dipendenze, ma solo un adulto attento. Questo episodio offre una guida per aiutare un bambino a superare un momento difficile.

Nota dell’editore: per proteggere l’anonimato dei bambini di questa storia, omettiamo i loro nomi o usiamo i loro secondi nomi. Tutti hanno frequentato campi per bambini provenienti da famiglie con problemi di abuso di sostanze. Cosa potete fare se siete un insegnante, un vicino di casa, un frequentatore di chiese, un allenatore… e sospettate che un bambino sia colpito dalla dipendenza di un genitore? Forse state pensando: “Mi piacerebbe aiutare, ma non è affar mio”. Oppure: “Vorrei aiutare, ma non ne so molto di dipendenze”.

  Attività sulle emozioni per disabili

Ricordate quell’episodio di Mr. Rogers’ Neighborhood in cui dice ai bambini di “cercare chi li aiuta”? Voi potete essere quell’aiutante semplicemente essendo presenti per il bambino. Mary Beth Collins dell’Associazione nazionale per i bambini affetti da dipendenza (NACoA) afferma che non è necessario essere esperti di dipendenze. “Non ci aspettiamo che gli adulti vadano a fare un corso intensivo. Non è necessario leggere un libro sulle dipendenze”, afferma l’autrice. “L’unica cosa che bisogna saper fare è essere premurosi, amorevoli e capaci di entrare in contatto con i ragazzi e di impegnarsi con loro. È semplicissimo”.

Attività di abuso di sostanze per i giovani

Spesso oggetto di battute e di scherno, i dipendenti da Internet sono visti come tipi smanettoni che stanno seduti per ore e ore in stanze buie, conversano solo in chat e hanno relazioni virtuali con perfetti sconosciuti che vivono a migliaia di chilometri di distanza. Alla fredda luce della vita quotidiana, queste persone sembrano in contrasto con il mondo normale che le circonda.

Anche se forse è estremo, pochi si rendono conto che questo stile di vita stereotipato è l’esistenza standard di molti dipendenti da Internet e che, invece di essere uno scherzo, è un problema enorme che colpisce la generazione del Web in tutto il mondo.

  Attività didattiche sulla castagna

Anche la Germania ha la sua parte di casi. Sebbene non esistano statistiche esatte, gli esperti affermano che il numero di dipendenti da Internet nel Paese si avvicina a 1 milione, pari a circa il 3% della popolazione tedesca online.

“La percentuale è rimasta costante, ma il numero di utenti di Internet è aumentato (negli ultimi due anni) da 25 a 30 milioni”, ha dichiarato André Hahn dell’organizzazione di ricerche di mercato Research International a Deutsche Welle in una recente intervista.